OGNI DONAZIONE RADDOPPIA FINO AL 31 DICEMBRE! AIUTACI ADESSO!

LA LETTERA DI MARCO, INVESTIGATORE SOTTO COPERTURA

Sono abituato al rischio e all’incognita, al cambiamento di programma repentino, a mettere in pericolo la mia salute e la mia incolumità: è la natura del mio lavoro.

Come potrai immaginare, tutto quello che faccio in situazioni “normali” non è esattamente una passeggiata… eppure in questi mesi è stato davvero complesso e rischioso portare avanti il lavoro investigativo.

Ma non c’è stato un solo secondo in cui abbia pensato di fermarmi e smettere di raccontare ciò che vedo.

investigatore-ae

Per mia fortuna sono circondato da un team di veri professionisti del mestiere e grazie all’alto grado di organizzazione e specializzazione di ognuno di noi, siamo riusciti comunque a concludere importanti progetti nei mesi più neri di questo 2020.

L’investigazione che abbiamo realizzato in Cina, a maggio, è un esempio tra i tanti e presto potremo parlarti anche di altre importanti inchieste.

Ciò che ci spinge a fare ciò che facciamo è il desiderio di riscatto per tutti gli animali che incontriamo lungo il nostro percorso, verso cui l’industria della carne non ha nessuna pietà.

Per questo motivo raccontiamo la verità senza filtri, a volte anche in maniera molto cruda, perché anche le persone ‘comuni’ hanno il diritto di sapere la verità… anche se la verità spesso fa male.

Ho scelto di far parte della squadra di Animal Equality perché mette al centro della sua missione gli animali allevati a scopo alimentare, quelli che di solito nessuno considera, e di cui nessuno si ricorda… perché sono ‘solo cibo’, ‘macchine da soldi’ e nulla più.

Quelli che muoiono nel più alto numero per mano dell’uomo e che, nonostante questo, sono meno tutelati dalla legge.

Una vera strage che si compie ogni secondo che passa, nel silenzio.

Ma oltre ad essere silenziosa, quella degli animali allevati e uccisi a scopo alimentare è una strage che nessuno vede, perché avviene dietro le porte chiuse degli allevamenti e dei macelli.

Io varco la soglia di quelle porte e mostro le immagini e i suoni di quel mondo sommerso fuori di lì, affinché tutti possano sapere la verità.

Purtroppo non basta raccogliere le prove della crudeltà e degli abusi sugli animali per cambiare la loro condizione, anche se nel mio mondo ideale vorrei tanto fosse così.

Ed è qui che entra in gioco il resto del team di Animal Equality. 

Grazie al team di comunicazione, le immagini che raccogliamo all’interno degli allevamenti e dei macelli vengono diffuse in tutto il mondo, per spingere le persone a fare scelte più compassionevoli.

Tramite il dipartimento di sensibilizzazione aziendale, le grandi aziende del settore alimentare vengono spinte verso standard di benessere animale più elevati.

Infine, con il costante lavoro di pressione legale e politica, tentiamo di cambiare le leggi a tutela degli animali e ci assicuriamo che chi commette degli illeciti non rimanga impunito.

Ma manca ancora un elemento fondamentale che permette a questo meccanismo di portare risultati…

L’industria della carne è decisamente forte, ben organizzata e, soprattutto, ha a disposizione enormi capitali per poter convincere, attraverso la pubblicità, milioni di consumatori della bontà del suo operato.

Mentre noi siamo solo un piccolo gruppo di persone, unite da un sogno comune: cambiare il mondo, e costruire una società più equa e giusta per tutti, animali compresi.

Sarò sincero con te…

Non avremo mai e poi mai la disponibilità economica delle grandi industrie, e non potremmo mai combattere ad armi pari con loro.

Ma abbiamo qualcosa in più: la compassione!

So che vedere gli animali soffrire, piangere e urlare di dolore è uno spettacolo macabro, a cui nessuno vorrebbe assistere. So che quelle immagini ti fanno profondamente arrabbiare, e che vorresti fare qualcosa per fermare tutto quel male, con uno schiocco di dita…

Purtroppo questo non è possibile.

Se vogliamo ottenere risultati concreti e soprattutto duraturi per gli animali, dobbiamo studiare attentamente gli avversari e perseverare in ciò che facciamo, senza farci mai prendere dallo sconforto.

La storia ci insegna che la forza di volontà e il desiderio di cambiare il mondo di un piccolo gruppo di persone può essere più forte del più grande tra tutti i nemici.

Se stai leggendo questa lettera è perché in cuor tuo vorresti fare qualcosa per tutti gli animali che vengono sfruttati e maltrattati dall’industria alimentare, nei wet market come negli allevamenti e nei macelli del nostro Paese.

A questo punto, hai due strade davanti a te.

Puoi ignorare tutto quello che hai letto finora, nella speranza che qualcuno al posto tuo, prima o poi, faccia qualcosa per i più indifesi tra gli indifesi.

Oppure puoi far parte del piccolo gruppo di persone che vogliono cambiare il mondo, insieme a noi.

Qualsiasi decisione tu scelga di prendere, ti ringrazio comunque per aver letto questa lettera fino a qui, perché non è per niente scontato che, in un momento di incertezza come quello che stiamo attraversando, tu abbia dedicato anche solo dieci minuti del tuo tempo agli animali. Lo apprezzo veramente molto!

Ma adesso mi rivolgo alle persone che sceglieranno di stare al nostro fianco, perché il nostro lavoro va avanti solo grazie a piccoli e grandi donatori che credono in noi.

Siamo un’organizzazione indipendente, e per rimanere coerenti con noi stessi e con la nostra missione, accettiamo solo fondi provenienti da privati cittadini come te.

Per noi è molto importante non solo conquistare la fiducia delle persone, ma mantenerla nel tempo tramite i fatti: le vittorie e i risultati che nel corso degli anni siamo riusciti ad ottenere per milioni di animali sono il nostro miglior ‘biglietto da visita’.

Fino al 31 dicembre, hai la possibilità di fare una donazione ad Animal Equality e vederla raddoppiata da un generoso donatore che ci ha dato, ancora una volta, la sua piena fiducia.

So che chiedere di farci una donazione, in un momento così difficile, implica in ogni caso un piccolo sacrificio.

In molti sono stati separati dai loro cari, alcuni hanno perso la sicurezza economica e anche le nostre piccole libertà sono state limitate.

Proprio per questo, qualsiasi sostegno che riceveremo in questo momento e fino al 31 dicembre non solo varrà il doppio da un punto di vista puramente matematico, ma varrà doppio soprattutto nei nostri cuori.

Sapere che ci sono persone così generose e altruiste che non dimenticano i più deboli, in special modo in questo momento storico, mi riempie il cuore di gioia. La tua compassione è il mio motore, perché mi infonde coraggio ogni volta che sto per perdere la speranza in un mondo migliore.

Con te al nostro fianco, gli animali potranno contare su un preziosissimo alleato per il futuro.

Sarà un’importante dimostrazione di affetto nei nostri confronti, e ci permetterà di combattere questa lunga battaglia fino a che ogni animale sarà protetto e rispettato.

Grazie,

Marco