DONA

Chiedi a Lidl di ridurre le sofferenze dei polli nelle sue filiere!

Leggi la petizione

Oltre 20 organizzazioni chiedono a Lidl di impegnarsi pubblicamente per gli animali

Animal Equality fa parte di Open Wing Alliance, una coalizione internazionale composta da più di 90 organizzazioni per la protezione e la difesa degli animali allevati a scopo alimentare dislocate in tutto il mondo.

Insieme a più di 20 organizzazioni dislocate in 16 Paesi ci uniamo nel chiedere a Lidl, azienda di proprietà del Gruppo Schwarz, di impegnarsi a ridurre drasticamente le sofferenze dei polli coinvolti nelle loro filiere sottoscrivendo lo European Chicken Commitment.

Con oltre 11.550 punti vendita dislocati in 31 Paesi, Lidl è un vero e proprio gigante della GDO. Le grandi aziende del settore alimentare hanno il potere di fare la propria parte per milioni animali adottando politiche chiare e trasparenti che mostrino la volontà di agire per quelli che sono gli animali spesso più dimenticati, quelli confinati in macelli e allevamenti.

I polli sono proprio tra i più sfruttati al mondo, e per questo invitiamo Lidl a fare la cosa giusta sottoscrivendo lo European Chicken Commitment a livello europeo.

Lidl rischia di rimanere indietro rispetto agli altri supermercati

Abbiamo unito le forze a livello internazionale per chiedere al colosso della GDO Lidl di sottoscrivere lo European Chicken Commitment, impegnandosi ad implementare e a rispettare degli standard minimi di benessere animale per i polli allevati per la loro carne contenuti all’interno del documento.

Lo European Chicken Commitment è stato stilato da oltre 25 organizzazioni europee per la protezione degli animali allevati a scopo alimentare per portare le aziende a ridurre le sofferenze dei polli coinvolti nelle loro filiere. 

A livello europeo, sono oltre 300 le aziende che hanno deciso di fare la propria parte sottoscrivendo lo European ChickenCommitment tra cui anche alcuni supermercati concorrenti diretti di Lidl come Carrefour, Alcampo ed Eroski.

In Italia, Carrefour, Eataly e Cortilia hanno fatto questo passo avanti mentre aziende come Conad, Coop, Esselunga rischiano di rimanere indietro.

Anche Lidl rientra tra queste ultime aziende, poco ricettive rispetto al miglioramento dei propri standard di benessere animale e all’opinione dei propri consumatori che chiedono maggiore impegno da parte delle aziende.

Chiediamo a Lidl di allinearsi alle attuali tendenze di mercato e ascoltare la voce di migliaia di consumatori che vogliono vedere le aziende fare la propria parte per mettere fine a una delle peggiori crudeltà dell'industria alimentare!

Una coalizione contro le crudeltà ai danni degli animali allevati a scopo alimentare

Coordinata globalmente da decine di campaigner professionisti, alimentata dalla passione per la causa e dal desiderio di cambiare le cose e supportata localmente da decine di migliaia di attivisti, Open Wing Alliance, coalizione attiva dal 2016, ha già ottenuto l’impegno di più di 2300 fra le maggiori aziende del settore alimentare ad adottare politiche significative di benessere animale che hanno avuto un impatto concreto sulla vita di milioni di galline ovaiole e di polli allevati per la loro carne.

Attraverso una semplice decisione, Lidl può ridurre la sofferenza di milioni di animali. È arrivato il momento di prendere le distanze da questa crudeltà.  Ombretta Alessandrini, Coordinatrice Campagne

AIUTA GLI ANIMALI: CONDIVIDI LA PETIZIONE!

Il tuo aiuto vale doppio!

Aiutaci a rendere il 2023 un anno decisivo per le sorti degli animali rinchiusi in allevamenti e macelli.

Fino al 31 dicembre un generoso donatore raddoppierà ogni donazione che riceveremo!

Questa è un’opportunità unica per rendere il nostro lavoro ancora più solido e i nostri progetti ancora più grandi.

Tu puoi aiutarci a mettere fine alla tortura degli animali allevati per la loro carne, per il loro latte e per le loro uova.

Battiti insieme a noi contro questa ingiustizia planetaria!

AIUTA GLI ANIMALI

DIFENDIAMO GLI ANIMALI IN TUTTO IL MONDO

Animal Equality è un'organizzazione internazionale che lavora con la società civile, i governi e le aziende per porre fine alle crudeltà sugli animali allevati a scopo alimentare.

DISCLAIMER

N.B.: Dal momento che non ha sottoscritto lo European Chicken Commitment, Lidl non ha ancora reso pubblico un impegno ad adottarne il contenuto che consentirebbe di ridurre drasticamente le sofferenze dei polli allevati per la loro carne coinvolti nelle sue filiere. Le immagini inserite non si riferiscono agli allevamenti dai quali Lidl si rifornisce, ma rappresentano dei tipici allevamenti di polli allevati per la loro carne.