3 Miti sul Consumo di Carne

Noi tutti cerchiamo di comportarci in maniera più etica possibile quindi è bene cominciare a sfatare alcuni dei miti che, seppur popolari, riguardano il consumo di carne.

1. Mangiare carne non è crudele

Molte persone che affermano questo sono spesso completamente disinformate su quanto accade negli allevamenti e nei macelli. L'industria della carne infatti cerca continuamente di edulcorare il consumo di carne spacciando certi allevamenti come “etici” ed alcuni prodotti come “biologici”


Foto di Animal Equality scattata durante una delle nostre più importanti investigazioni nell'industria suina.

Ma, ogni volta che noi entriamo in questi posti sotto copertura per documentare ciò che accade realmente, ci troviamo di fronte ad abusi e crudeltà terrificanti. Ogni singola volta.

Il modello è ovunque lo stesso e gli animali sono sempre vittime di orrori che facciamo fatica ad immaginare. Potremmo descriverle queste pratiche, ma spesso si dice che una immagine vale più di 1000 parole…. Cosa vedete negli occhi di questo animale nell'immagine sottostante?


Foto di Animal Equality scattata durante una delle nostre più importanti investigazioni nell'industria suina.

Questa è la realtà degli allevamenti che nessuno di noi vedrà mai nei supermercati sul prodotto impacchettato o nella pubblicità. Perché? Perché l'industria della carne è un'industria dalle enormi proporzioni e interessi giganteschi, che porta a lauti guadagni e ha l'assoluta necessità di nascondere tutto questo al pubblico.

Cerchiamo allora di scoprire la verità per nostro conto. Facciamolo per gli animali.

2. Abbiamo bisogno di mangiare carne per restare in salute

Per molte persone, carne vuol dire proteine. Nonostante il fatto che la carne contenga proteine queste si possono trovare nella stessa misura, o anche maggiore, in una dieta a base di prodotti vegetali come legumi, cereali, frutta secca, vegetali a foglia verde e sostituti della carne come hamburger o wurstel e affettati di seitan o di soia.

L'ADA, Associazione Dietetica Americana, dichiara: “le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete vegetariane totali o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie”.

Quindi non abbiamo bisogno di mangiare carne per restare in salute.

Per variare la nostra dieta possiamo nutrirci di una vasta gamma di cibi e, per quanto riguarda le proteine, nella società moderna queste sono spesso acquisite in eccesso più che in difetto.

3. Anche le piante soffrono

Questo tipo di osservazione è tanto ridicola da vincere il primo premio, eppure si sente dire così spesso! Ma è anche la più semplice da smontare. Le piante non hanno un sistema nervoso centrale, terminazioni nervose e un cervello. Quindi, niente cervello, niente sofferenza. E se ancora ci si vuole preoccupare delle piante è bene sapere che una dieta vegana è meno distruttiva di un'alimentazione basata sul consumo di carne. Infatti per ottenere 1 kg. di carne da un bovino questo deve nutrirsi di 15 kg. di cereali!


Foto: autore sconosciuto

In conclusione, mangiare carne è una scelta non una necessità. I benefici di una dieta vegetale sono ampiamente superiori agli aspetti negativi del consumo di carne. Se si sceglie di rinunciare alla carne, o anche di ridurla in un primo momento, basta sostituirla con alternative di origine vegetale. Questo produrrà un beneficio per gli animali, il pianeta e noi stessi. Questa è la soluzione vincente! Non c'è momento migliore per passare ad una scelta di vita più sana e più etica!