OGNI DONAZIONE VALE X2 FINO AL 7 LUGLIO! AIUTACI ADESSO!
spremitura pesce

Cos’è la spremitura del pesce? Una pratica crudele dell’industria ittica ancora poco conosciuta


La spremitura dei pesci può provocare enorme stress e sofferenze e serve a prelevare uova e sperma per poi incubare nuovi cuccioli di pesce che popoleranno gli allevamenti. 

Pesci spremuti come veri e propri oggetti: questa pratica è di comune utilizzo nell’allevamento ittico e serve per consentire la riproduzione degli individui.

Una riproduzione che però, come vedremo, non ha nulla di naturale. Proprio come nel caso di altri animali costretti negli allevamenti a terra, infatti, anche i pesci allevati sono costretti forzatamente a riprodursi e questa pratica stressante e dolorosa porta a gravi danni per la loro salute.

Guarda come vengono “spremuti” i pesci per ottenere le uova nella nostra ultima inchiesta negli allevamenti di pesce in India:

Questa pratica – comunemente utilizzata – non tiene però conto del fatto che i pesci non sono oggetti, ma individui. La spremitura viene effettuata senza badare al dolore o allo stress che questa causa ai pesci. Oltretutto, questa pratica può comportare lesioni o addirittura gravi deformazioni negli animali, in alcuni casi addirittura la raccolta delle uova può avvenire solo con un’operazione chirurgica, come nel caso dello storione.

La spremitura serve a prelevare dalle femmine di pesce le uova e dai maschi lo sperma, che vengono poi mischiati insieme per poi permettere alle uova così fecondate di schiudersi e dare vita ad una nuova generazione di pesci.

Nascere e morire nell’allevamento ittico

Si stima che entro il 2030 il 60% del pesce consumato proverrà dagli allevamenti ittici, strutture che utilizzano la stessa logica degli allevamenti intensivi per gli animali a terra: ricavare il maggior profitto possibile senza badare a ciò che comporta  per gli animali.

A differenza degli animali negli allevamenti a terra, però, i pesci non godono neppure delle più basilari tutele legali nonostante sia riconosciuto ormai da tempo che anche loro sono esseri senzienti in grado di provare gioia e dolore. 

I pesci destinati all’allevamento vengono quasi tutti fatti nascere in cattività, ad esclusione di pochi esemplari che vengono pescati e utilizzati come riproduttori, per garantire una certa diversità genetica. 

La vita dei piccoli pesci inizia così perlopiù in incubatoi specializzati: questi animali saranno poi condannati a vivere in gabbie sovraffollate, con miliardi di altri individui, in ambienti insalubri dove spesso si sviluppano infestazioni di pidocchi e dove gli animali – diventando aggressivi a causa dello stress –  si mordono e si feriscono spesso tra di loro. 

Una condanna ad una vita di sofferenze che terminerà con una morte altrettanto crudele: i pesci infatti non vengono tutelati neanche durante la fase di macellazione,  che avviene con metodi brutali. I pesci vengono percossi o sbattuti contro pareti o oggetti, vengono abbandonati a soffocare fuori dall’acqua, una morte lenta e dolorosa, o ancora peggio lasciati al freddo, sul ghiaccio,  ancora completamente coscienti, dove moriranno congelati vivi. 

L’intero ciclo di vita dei pesci allevati per la loro carne è una serie infinita di crudeltà: dalla spremitura, alla loro vita in gabbia, fino alla morte. La sofferenza di questi miliardi di animali non può lasciarci indifferenti, scopri di più su questi animali e sul lavoro che stiamo conducendo per fermare queste crudeltà.


Le più lette

ottobre 30, 2020

Abbiamo chiesto a Tadzio Pederzolli – chef del ristorante “Radicetonda” a Milano e della scuola itinerante di cucina naturale “Baciamincucina”, curioso viaggiatore e volto noto della scena musicale underground milanese ed italiana – di parlarci proprio di burger 100% a base vegetale. Sono passati ormai 16 anni…
giugno 26, 2020

Una premessa doverosa: tutto quello che vedrai in questa pagina è del tutto legale. Negli allevamenti e nei macelli certe pratiche che agli occhi di chiunque sono di una crudeltà estrema, nella realtà sono la norma. Purtroppo in pochi conoscono davvero cosa avviene agli animali in questi luoghi, ed è…
gennaio 29, 2021

La vitamina B12, o cobalamina, svolge un ruolo fondamentale per la nostra salute ed è l’unico nutriente essenziale non presente negli alimenti vegetali. Per capire meglio qual è la sua funzione e come raggiungere il fabbisogno giornaliero, abbiamo chiesto ad un’esperta di nutrizione di fornire dei chiarimenti su questo prezioso…