‘Crated cruelty’: violenza all’interno di uno dei maggiori fornitori di carne di vitello del Canada

Le scene ottenute dagli attivisti di Mercy For Animals Canada denunciano gravi atti di crudeltà all'interno di un allevamento di vitelli situato nel Quebec. Cuccioli rinchiusi in gabbie poco più grandi del loro corpo, presi a pugni o a calci dai dipendenti, lasciati sempre feriti senza cure veterinarie.

Questi sono alcuni degli aspetti inquietanti e tremendamente reali di ciò che avviene all'interno di uno tra i maggiori fornitori di carne di vitello del Paese. Mercy For Animals Canada ha lanciato una campagna con una petizione sul sito CratedCruelty.ca, dove è presente una petizione diretta al Consiglio Canadese perché prenda il prima possibile provvedimenti concreti contro le gabbie dove sono i vitelli vengono confinati. Ancora una volta le immagini provenienti da diverse parti del mondo mostrano cosa accade agli animali negli allevamenti.

Difenderli è possibile e cambiare il loro destino è nelle nostre mani, scegliendo di non mangiarli e di sostenere le indagini come quella realizzata da Mercy For Animals Canada.