Gli allevamenti intensivi stanno portando il Pianeta al collasso

Allevare gli animali a scopo alimentare richiede un utilizzo enorme di terreni, cibo, energia e acqua. E oltre a tutto ciò comporta danni notevoli all’ambiente. 

Queste pratiche, unite a un inquinamento che sembra quasi fuori controllo, stanno contribuendo a una catastrofe climatica praticamente irreversibile.

UNA DISTRUZIONE PER MANO DELL’UOMO

Un nuovo report internazionale recentemente pubblicato dall’Intergovernmental Science Policy Platform on Biodiversity and Ecosystem Services restituisce infatti un quadro tutt’altro che ottimistico dell’impatto dell’uomo sul cambiamento climatico. Tra le scoperte rilevanti, il report menziona: 

  • Più di un terzo delle terre emerse viene utilizzato per coltivazioni per mangimi e allevamenti, con delle cause devastanti di questo sfruttamento terribile di animali e risorse naturali, che comportano un effetto a catena in grado di creare danni in tutto l’ecosistema, fino alla barriera corallina e al circolo polare artico. 
  • Si stima che gli esseri umani siano responsabili di un innalzamento delle temperature pari almeno a un grado nel 2017, con una media di un aumento di 0.2 ogni dieci anni negli ultimi 30 anni. Quindi evidenziando un trend di crescita notevole rispetto agli anni precedenti. 
  • Entro il 2016, 559 su 6190 animali addomesticati a scopo alimentare e agricolo si sono estinti, mentre almeno al 1000 sono a rischio estinzione. 
  • L’inquinamento di plastiche in mare è aumentato esponenzialmente negli ultimi 40 anni, colpendo almeno 267 specie, compreso l’86% delle tartarughe marine, il 44% degli uccelli marini e il 43% dei mammiferi marini.

ABBIAMO SEMPRE PIÙ PROVE

Secondo la FAO, il mondo deve abbandonare la dieta a base di carne e derivati per combattere gli effetti del cambiamento climatico. Per esempio, gli allevamenti intensivi sono responsabilità di almeno il 18% delle emissioni di gas serra a livello globale. In più, utilizzano anche tantissima acqua, sia per gli animali sia per coltivare mais e soia che verranno poi utilizzati come mangimi proprio per questi animali e per pulire gli stabilimenti. 

COSA PUOI FARE TU

Stiamo affrontando una crisi senza precedenti, ma c’è qualcosa che possiamo fare per aiutare il nostro pianeta. Scegliere una dieta a base vegetale è uno dei primi step che possiamo intraprendere, per risparmiare agli animali inutili sofferenze e per fare del bene alla Terra. Ma ci sono anche altri modi aggiuntivi, cambiando proprio le nostre piccole abitudini di tutti i giorni. Compare locale, riciclare, riutilizzare appena possibile – ci sono tante cose che puoi fare per cambiare il mondo giorno per giorno.

Il nostro lavoro ad Animal Equality è un altro modo importantissimo per assicurarci un pianeta in salute ed evitare sofferenze agli animali.

Supporta i nostri investigatori e i nostri campaigner perché più riusciremo ad aumentare l’impatto del nostro lavoro più saremo in grado di fare la differenza per il Pianeta e per i miliardi di animali rinchiusi in macelli e allevamenti in tutto il mondo.