Presto sul mercato il formaggio prodotto senza latte vaccino ma con lievito di birra!

Con questa alternativa al formaggio vaccino questa equipe di ricercatori vuole contribuire a ridurre le emissioni di gas ad effetto serra. Senza dimenticare il sapore!

"Crediamo che lo sfruttamento delle mucche come macchine di produzione alimentare sia ormai arrivato al capolinea", affermano i ricercatori del Real Vegan Cheese (Autentico Formaggio Vegan). Dai loro due laboratori di San Francisco, 24 biologi molecolari, microbiologi e altri ricercatori, sostengono con entusiasmo che il loro formaggio arriverà presto sul mercato. Tutti condividono la passione per la scienza e la protezione dell'ambiente. Ma senza dimenticare il gusto e le proprietà nutritive, "crediamo che anche le persone che non vogliono mangiare formaggio di origine animale abbiano diritto di mangiare un saporito e ottimo formaggio vegetale".

Il progetto prevede la creazione di un vero e proprio formaggio per i vegani, adatto anche agli intolleranti al lattosio o a chi è gli allergico alle proteine del latte provenienti da animali.

Il procedimento è relativamente semplice. Al lievito di birra viene aggiunto il genoma sintetizzato delle proteine del latte. Il lievito converte questi geni in proteine del latte, senza che nel processo venga inserito alcun ingrediente di origine animale. Queste proteine del latte sintetizzate vengono poi lavorate con l'aggiunta di olii vegetali ed acqua. Con il latte ottenuto si produce poi il formaggio nel modo tradizionale. "Questo tipo di produzione è molto più sostenibile rispetto alla produzione tradizionale del formaggio di origine animale", dicono alla Real Vegan Cheese.

Sul sito web del progetto è riportato: Anche la Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite riconosce che l'industria dell'allevamento animale è responsabile del rilascio di enormi quantità di gas serra nell'atmosfera (secondo alcune fonti addirittura in misura maggiore di tutti i settori dei trasporti messi insieme: automobili, aerei, treni e navi di tutto il mondo).

Tutte le informazioni e le licenze della tecnologia utilizzata nel processo saranno di dominio pubblico, come anche il brevetto, perché il procedimento possa essere liberamente utilizzato da persone o società.