Giornata mondiale per gli animali negli allevamenti

Gli attivisti per i diritti animali di tutto il mondo, possono celebrare questa importante giornata, dando voce alla sofferenza di miliardi di individui allevati e uccisi per essere trasformati in cibo. Il 2 ottobre di ogni anno, cade questa ricorrenza, nella data storica del compleanno di Mahatma Gandhi, grande sostenitore della non-violenza verso gli animali. Come lui stesso ha affermato “La grandezza di una nazione e il suo progresso morale possono essere valutati dal modo in cui vengono trattati i suoi animali.”

Ogni anno circa 65 miliardi di animali vengono uccisi per la produzione di carne, uova e latticini.

La maggior parte di questi vengono allevati all’interno di impianti intensivi dove sono confinati in spazi angusti, mutilati, costretti a crescere molto più rapidamente di quanto avverrebbe in natura per soddisfare le esigenze del mercato. Tutti soffrono, dal primo all’ultimo giorno della loro terribile vita. Altri animali vengono allevati in aziende familiari dove subiscono abusi di ogni genere, prima di essere uccisi.

Animal Equality ha realizzato numerose investigazioni, molte delle quali sotto copertura, per mostrare all’opinione pubblica la vita di miliardi di animali.

Tantissime persone credono che agli animali non dovrebbero essere inflitte sofferenze inutili ma il consumo di prodotti da loro derivati, non può che costringerli ad una vita di dolore e privazioni, oltre che ad una morte prematura.
Scegliere un’alimentazione compassionevole basata su prodotti di origine vegetale, significa compiere il primo passo per non prendere parte alla loro sofferenza. Ognuno di noi può fare la differenza e salvare la vita di moltissimi animali.