6 cose che succedono negli allevamenti che dovrebbero essere illegali

Chi guarda i nostri filmati investigativi girati negli allevamenti rimane sconvolto dalle crudeltà che accadono in questi luoghi. 

Le immagini mostrate sembrano uscite direttamente da un incubo, quindi sicuramente i lavoratori mostrati in questi video saranno stati arrestati, giusto? Siamo qui per chiarire alcune cose: purtroppo, molto di ciò che viene documentato nelle indagini sotto copertura non è solo completamente legale, ma è anche una pratica standard dell’industria. 

Ecco alcuni esempi di queste crudeltà legalizzate: 

Abbattimento di massa: il cosiddetto “spopolamento” o “abbattimento di massa” è l’uccisione sistematica di animali in un allevamento. I metodi considerati accettabili da numerose associazioni di veterinari, come ad esempio dall’Associazione Veterinaria Americana, includono metodi estremamente dolorosi come il soffocamento degli animali con schiuma o gas, sbattere a mani nude i cuccioli di animali per terra, spegnere il sistema di ventilazione nei capannoni e lasciare che gli animali ammassati all’interno muoiano lentamente per il surriscaldamento. Di solito questo accade quando si sospetta che gli animali abbiano una malattia, come l’influenza aviaria, per esempio. Tuttavia, recentemente centinaia di migliaia di animali sono stati uccisi in massa a causa di interruzioni nella catena di approvvigionamento per via del COVID-19.

Uccisione di animali deboli o malati: come detto sopra, sbattere gli animali al suolo per ucciderli è un metodo che viene spesso utilizzato, tanto da essere diventata una pratica standard nell’industria della carne. I lavoratori a volte uccidono i maialini che sono deboli, malati, o che non ci si aspetta che raggiungano il peso “adeguato” per il mercato. Alcuni Stati hanno adottato misure che rendono questa pratica illegale, ma in molti settori non solo è legale, ma è considerata una forma accettabile di “eutanasia”

Accrescimento rapido: i polli allevati per la loro carne vengono allevati per crescere così tanto e così velocemente che le loro zampe non possono sostenere il peso del loro corpo. Questi animali soffrono per dolorose deformità, e molti collassano sotto il loro stesso peso, incapaci di stare in piedi o di camminare. Non potendo sollevarsi da terra, il terreno imbevuto di ammoniaca – presente a causa dell’accumularsi di feci e urine sulla lettiera – brucia la loro pelle. Molti muoiono di fame o di sete perché non sono in grado di camminare per raggiungere le fonti di cibo e di acqua. La selezione genetica per razze a rapido accrescimento è del tutto legale anche se questa pratica non tiene minimamente conto della sofferenza che questo accrescimento comporta per gli animali.

Triturazione di pulcini vivi: i pulcini maschi nati nell’industria delle uova sono considerati inutili perché non possono deporre uova e non vengono utilizzati per la carne. Pertanto, poco dopo la schiusa vengono gettati in sacchi della spazzatura per soffocarli ancora coscienti o vengono triturati vivi. La Francia si è recentemente impegnata a vietare questa pratica e a utilizzare invece la tecnologia del sessaggio in-ovo, che permette di individuare il sesso degli embrioni prima della schiusa. Anche la Spagna sta lavorando per un divieto, ma negli Stati Uniti e in Italia questa pratica è ancora comune. Per questo Animal Equality ha lanciato proprio nel nostro paese una campagna per fermare questa crudeltà introducendo le tecnologie per l’in-ovo sexing anche in Italia. Se vuoi saperne di più e firmare la petizione, visita stopstragedeipulcini.it! 

Decornazione: la decornazione consiste nel tagliare le corna di una mucca, oppure bruciare o eliminare il tessuto del corno di un vitello. Tipicamente questo avviene nell’industria del latte ed è estremamente doloroso per gli animali perché le corna sono piene di sangue e di terminazioni nervose sensibili. Le mucche lottano e gridano durante questa pratica, che di solito viene fatta senza analgesici o anestesia. Mentre alcuni allevamenti da latte usano le mucche “sondate” (mucche allevate per non sviluppare le corna), la maggior parte di loro pratica ancora la decornazione. 

Castrazione senza anestesia: riuscite a immaginare l’agonia se qualcuno vi tagliasse delle parti del corpo mentre siete completamente coscienti? Nella maggior parte degli allevamenti di suini, questo è ciò che accade ai suinetti maschi. I dipendenti degli allevamenti – che non sono quasi mai formati per effettuare queste operazioni – tagliano lo scroto e strappano o tagliano i testicoli – il tutto mentre i maialini urlano e sono in grado di sentire tutto. Insieme alla triturazione dei pulcini vivi, la Francia si è impegnata a porre fine a questa pratica, ma nell’industria della carne è ancora molto diffusa. 

Maialino castrato senza anestesia

Le pratiche crudeli sopra elencate sono il risultato dell’errata visione che l’industria alimentare ha degli animali, per l’industria sono solo “prodotti”, ma in realtà sono esseri senzienti esattamente come noi. 

La buona notizia è che non dobbiamo sostenere questa crudeltà! Insieme possiamo prendere posizione e dire “quando è troppo è troppo”. Passando a un’alimentazione a base vegetale, saprete che state contribuendo a porre fine a queste pratiche crudeli!

Inizia fin da ora, scopri come passare ad un’alimentazione a base vegetale, visita Love Veg.