6 Libri da regalare a Natale per chi ha scelto una dieta 100% a base vegetale, e per chi ancora non lo ha fatto


Il primo appuntamento del circolo letterario di Animal Equality curato dai nostri volontari Maura e Matteo, esperti di editoria

Oggi parliamo di libri “strenna”, cosa sono? Semplice strenna è il termine con cui in editoria si indicano i libri da regalare durante feste e ricorrenze, in particolare a Natale.

I libri sono potenti, magici, salvifici, entusiasmanti, e pure cool – e noi abbiamo pensato ad una lista di titoli ancora più incredibile, perché tutti i testi che ti proponiamo sono accomunati da un unico scopo: ovvero parlare di come rendere il mondo un posto migliore per gli animali, e anche le persone!

Basta andare in una libreria e chiedere ai gentili addetti, o digitare in rete «libri vegan» e verrete sommersi da una valanga di titoli, dai testi di cucina a quelli di sociologia.

Matteo e io, Maura, siamo degli onnivori – ma solo in fatto di letteratura – ci piace spaziare tra i generi, tra fiction e non fiction, e siamo fan dei libri che danno speranza, che spingono, esortano, motivano, che ci mostrano scorci del mondo migliore e più giusto per cui stiamo lottando, e ci offrono gli strumenti per realizzarlo.

Come abbiamo detto prima, ce ne sono a bizzeffe, per tutti i gusti, quelli che seguono sono solo un appetizer.

Perché sono vegetariano; di Lev Tolstoj

(Piano B Edizioni)

Iniziamo con un pezzo da novanta, un mostro sacro della letteratura russa e mondiale. All’apice del successo, Tolstoj entra in una profonda crisi spirituale che lo conduce al pacifismo e al vegetarianismo. In questa raccolta dei suoi intensi scritti no meat, no cruelty, no war, troverete un amico e una guida gentile volta alla compassione e alla pace. 

«Finché esisteranno i macelli, esisteranno sempre dei campi di battaglia.» 

Lev Tolstoj

Se avete amici che vi trattano con sufficienza per la vostra scelta animalista, regalategli questo libro, senza pensarci due volte. 

Questo libro lo trovi in vendita su Macrolibrarsi 

Vegan – Un manifesto filosofico; di Leonardo Caffo

(Einaudi)

Questo giovane filosofo e saggista propone un testo allo stesso tempo denso e godibile in cui approfondisce modo e modi dell’essere vegan. Perché è giusto ampliare la comprensione di ciò che siamo e dei motivi per cui lo siamo. 

«Vegan è l’idea di eliminazione di ogni violenza non necessaria su forme di vita animali tradizionalmente utilizzate per gli scopi più disparati, tra cui la ricerca scientifica, l’alimentazione e l’abbigliamento. È la conseguenza filosofica di un più ampio ripensamento dei rapporti di forza e della gerarchia tra i viventi, di cui la pratica alimentare non è che la punta più visibile. Il veganesimo è un atto simbolico e di anticipazione: non rende migliori, ma visionari.» 

Leonardo Caffo

Perfetto da regalare all’amico o amica che crede che i vegani siano solo dei fricchettoni. 

Questo libro lo trovi in vendita su Macrolibrarsi 

Il maiale che cantava alla luna – la vita emotiva degli animali da fattoria; di Jeffrey Moussaieff Masson

(Il Saggiatore)

Questo psicanalista statunitense si dedica da anni alla psicologia animale e ha scritto libri di grande successo, tra cui questo, davvero toccante.. 

«Perché in genere si considera ridicolo sottolineare che ognuno di questi animali uccisi ha avuto una madre, presumibilmente dei fratelli e, di certo, alcuni sono stati compianti da un genitore, oppure un amico che ne ha sentito la mancanza? Anche se erano stati allevati per essere uccisi, questo non ha modificato la loro capacità emotiva. Avevano ricordi, soffrivano e provavano dolore» 

Jeffrey Moussaieff Masson

Dono ideale per chi ancora non crede nell’intelligenza e nella sensibilità degli animali, anche quelli rinchiusi negli allevamenti. 

L’antispécisme, c’est pas pour les chiens!; di Rose B.

(La Plage)

Questa simpaticissima blogger francese ha pubblicato una serie di fumetti brillanti e divertenti sul veganesimo e sui rapporti spesso non facili tra chi ha scelto una dieta vegan e chi no. E così la sua alter ego, Insolente Veggie, si trova a vivere (dis)avventure che sicuramente i lettori vegan riconosceranno. Ecco una vignetta in assaggio, intitolata No, grazie, in cui qualcuno le ha appena offerto del cibo cruel su un piatto:

1) Insolente Veggie, con un sorriso gentile: «No, grazie. Non mangio gli animali.»

2) L’altro, chiaramente arrabbiato: «Voi vegani. Vi preoccupate tanto degli animali ma ve ne fregate degli umani!»

3) Insolente Veggie lo fissa sgranando gli occhi. 

4) Poi, con lo stesso sorriso gentile di prima: «No, grazie. Non mangio gli umani.»

Rose B

Per ora disponibile solo in lingua francese, ma la stessa natura del fumetto lo rende facilmente godibile anche per chi è un neofita della lingua. Ironica, determinata, tenera: i testi di Di Rose B sono un regalo imperdibile per voi stessi e gli altri. 

Mama Tried: Traditional Italian Cooking for the Screwed, Crude, Vegan, and Tattooed; di Cecilia Granata (Microcosm Pub)

Una tatuatrice italiana trapiantata in America e, naturalmente, vegan, ha pubblicato questo delizioso e godurioso libro di ricette made in Italy “veganizzate”, accompagnate dalle sue splendide illustrazioni, veri e proprio kitchen-inspired tattoo. Tra i manicaretti, Saffron Risotto (Risotto alla Milanese), Fried Pizza (Pizza Fritta), Stuffed Olives (Olive all’Ascolana), Sicilian Crushed Iced-Coffee With Whipped Cream (Granita Siciliana di Caffè con Panna), Spaghetti with Veg-Bottarga, Caponata… La strenna ideale per i vostri amici amanti dei tatuaggi e delle scaloppine di mamma. Due pagine di questa opera d’arte per occhi e pancia, e saranno sulla strada per scegliere una dieta a base vegetale.

La Clavicola di San Francesco; di Daniele Nadir

(21lettere Editore)

Per chi ama i romanzi, ecco in uscita a gennaio un thriller animalista che esplora l’antispecismo attraverso una trama ricca, immersiva e dalle sfumature apocalittiche. Un gruppo di personaggi parte alla ricerca di un amico scomparso, di una fantomatica reliquia dal potere straordinario e di risposte sul rapporto tra uomini e animali, in un viaggio di formazione e illuminazione da Torino a Firenze, dall’Umbria alla Biblioteca Vaticana al remoto nord della Francia. 

Il rispetto per la vita di tutti gli animali è parte stessa dell’intreccio in modo così sentito e cristallino, che l’autore ha deciso di devolvere i proventi del romanzo a Animal Equality. Regalo perfetto per quelli del vostro entourage convinti che no, non diventeranno mai vegani. Aspettatevi miracoli. 

“Strenna” come abbiamo detto è il termine per indicare i libri da regalare durante le feste, ma non solo: il termine deriva da un’antica divinità pagana, la Dea Strenua, incarnazione, tra le altre cose, della salute e della forza (da cui «strenuamente»). Lo scambio di strenne entra prepotentemente in uso durante i Saturnalia, le feste di dicembre celebrate dagli antichi romani, in cui i ruoli venivano capovolti, le classi sociali mescolate, e gli schiavi potevano vivere come uomini liberi. Questi concetti – salute, forza, libertà e stravolgimento di ciò che viene accettato come norma – ci sembrano particolarmente calzanti al discorso animalista, e a chi lotta per cambiare le cose, per portare vita dove ora ci sono solo dolore e morte. 

E lo fa non solo in questo periodo ma ogni giorno dell’anno, che sia lavorando per associazioni come Animal Equality, firmando petizioni, mangiando e vestendosi cruelty-free, o ancora compiendo gli infiniti piccoli gesti compassionevoli che si possono fare. E tra questi gesti c’è sicuramente leggere e regalare un libro, una strenna, appunto. Le parole donano forza, libertà e guarigione da antichi sistemi di pensieri malati. Le parole possono cambiare ogni cosa.

Regala o leggi uno dei libri consigliati da Maura e Matteo, e ricorda: questi sono solo alcuni dei tantissimi libri che puoi trovare sui diritti degli animali, sulla dieta a base vegetale e molto altro. Per scoprirne di nuovi visita la sezione dedicata ai libri del sito Macrolibrarsi e ricordati che per acquistare sul loro sito puoi usare lo sconto speciale di Animal Equality AE2020, un regalo per te che hai a cuore gli animali. 

<< Post precedenti Post recenti >>

Le più lette

novembre 11, 2020

Intanto anche tra i visoni Italiani si riscontrano contagi, mentre in Olanda vengono abbattute 215 mila galline portatrici di aviaria e nuovi casi di peste suina si riscontrano in tutta Europa. Quali altre prove servono per capire che il problema è il modo in cui alleviamo e sfruttiamo gli animali? …
ottobre 30, 2020

La scorsa settimana i burger vegetali sono finiti nell’occhio del ciclone: il Parlamento Europeo infatti ha discusso sulla possibilità di impedire che i sostituti vegetali della carne potessero chiamarsi con nomi tipo burger, ma anche affettati, bacon, polpette e qualunque altro nome comunemente indicato per riferirsi a prodotti a…
novembre 24, 2020

Più volte abbiamo mostrato grazie al lavoro dei nostri investigatori come queste strutture siano pericolose e fatiscenti e versino in condizioni terribili. Siamo a Calvisano, provincia di Brescia, nel cuore di quella zona dove si concentrano il maggior numero di allevamenti intensivi di maiali, ed è qui che un capannone per…