Incidente stradale: in Spagna si ribalta un tir che trasporta maiali. Più di 100 animali morti dopo oltre 5 ore di agonia, senza ricevere nessuna assistenza veterinaria.

Gli attivisti di Animal Equality in Spagna sono accorsi sul posto, il loro racconto su questo terribile incidente riporta all’attualità il problema del trasporto degli animali.

Il camion carico di 170 maiali viaggiava diretto ad un macello di Cuenca, in Spagna, quando si è ribaltato, alle 9:05 al km 23 della A6 verso Madrid. Due degli animali presenti a bordo del veicolo sono fuggiti, mentre gli altri, 168, sono rimasti chiusi all’interno dell’autocarro per circa 5 ore. 

In questo lasso di tempo, infinito, gli animali sono rimasti all’interno dell’autocarro patendo atroci sofferenze, agonizzando e, presi dal panico, schiacciandosi tra di loro. Durante le prime due ore, le urla dei maiali intrappolati, terrorizzati, erano continue ed assordanti. Con il passare delle ore le grida sono diventate sempre meno, fino quasi a cessare. Il personale della compagnia di trasporto non ha aperto il camion fino alle 14:00 circa, 5 ore dopo l’incidente.

A quel punto, gli animali rimasti vivi circa una dozzina, sono stati caricati in un nuovo camion e portati al macello, mentre gli animali rimasti feriti sono stati “abbattuti” all’interno del camion stesso. La libertà dei due maiali riusciti a fuggire inizialmente dal camion è stata breve, i due animali sono stati recuperati dai vigili del fuoco e successivamente trascinati sul nuovo camion diretto al macello.

Foto scattata dagli attivisti di Animal Equality

Il racconto dei nostri attivisti sul campo 

Gli attivisti di Animal Equality in Spagna sono accorsi sul luogo una volta avuta notizia dell’incidente per documentare quello che stava accadendo. Quello a cui hanno assistito è stato terribile: le grida, la paura e la totale noncuranza per la sofferenza di questi animali hanno lasciato senza parole i nostri attivisti, mentre guardavano gli operatori prendere a calci e percuotere i maiali sopravvissuti per farli salire su un nuovo camion diretto al macello. 

Dopo aver assistito a queste scene Animal Equality ha deciso di chiedere al Ministero dell’Agricoltura e dell’Alimentazione di rendere pubbliche le modalità con cui è stata effettuata l’uccisione di questi animali, quali standard e protocolli sono stati seguiti. Inoltre, la nostra organizzazione in Spagna chiederà lo sviluppo di protocolli d’azione per incidenti di questo tipo che garantiscano un trattamento più adeguato e più compassionevole nei confronti degli animali.

Foto scattata dagli attivisti di Animal Equality

Il problema del trasporto degli animali vivi

In Europa, percentuali di maiali comprese tra lo 0,03% e lo 0,5% muoiono durante un trasporto inferiore alle 8 ore, le condizioni di trasporto degli animali ai macelli sono da sempre un problema: infatti, secondo le regole  previste dall’Unione Europea, anche durante il trasporto dovrebbero essere rispettate delle norme (minime) per garantire che gli animali, dopo aver lasciato l’allevamento e in vista del macello, vengano trasportati nel modo meno traumatico possibile. 

Purtroppo, tutto questo non avviene, come abbiamo spesso documentato e come dimostrano casi di cronaca come questo incidente, o come l’incidente che ha portato alla morte per annegamento oltre 14.000 pecore, vittime di un naufragio proprio lo scorso 24 novembre vicino a Midia, in Romania. 

Investigatore di Animal Equality vicino ad un camion che trasporta agnelli 

Epiloghi di questo tipo non sono infrequenti, e durante questi interminabili viaggi gli animali soffrono immensamente, stipati in spazi angusti, soffocati dal caldo o esposti alle intemperie e, a volte, vittime di incidenti che rendono le loro morti – se possibile – ancora più dolorose e crudeli.

Il trasporto di animali vivi è intenso e riguarda tutta Europa, ma noi abbiamo il potere di porre fine a questi viaggi della morte: adottando un’alimentazione 100% a base vegetale scegliamo di risparmiare agli animali queste inutili sofferenze.

Cambiare alimentazione è una scelta semplice, ma ha un impatto enorme sulla vita degli animali e sull’intero pianeta, perché? Leggi il nostro articolo: cambiare alimentazione per cambiare il mondo”.