Il Parlamento europeo approva la commissione di inchiesta sui trasporti di animali vivi

Venerdì il Parlamento europeo ha approvato l’istituzione di una commissione d’inchiesta sul trasporto di animali vivi, con 605 dei 689 deputati favorevoli. 

Si tratta della prima inchiesta approvata dal Parlamento europeo in questo mandato e della terza approvata dalla sua istituzione, un dato che spiega molto bene la portata storica di questa notizia per gli animali. 

La Commissione esaminerà le responsabilità della Commissione europea e degli Stati membri dell’Unione europea nell’attuazione e nell’applicazione delle norme previste per il trasporto di animali vivi all’interno dell’Unione. Questa decisione è un passo importante anche per una revisione del Regolamento europeo sul trasporto di animali vivi, uno strumento creato proprio per tutelare il benessere degli animali trasportati all’interno e all’esterno dell’UE ma da rivedere. 

Con 605 voti favorevoli, il Parlamento europeo ha dato quindi mandato alla commissione di inchiesta di esaminare l’attuazione e l’applicazione proprio del Regolamento del Consiglio 1/2005 (Regolamento sui trasporti) in tutta l’Unione europea e oltre, che dovrebbe regolare il trasporto di animali. 

«Già nel 2018, a fronte delle denunce depositate a partire dal 2016 per conto di Animal Welfare Foundation – organizzazione svizzera molto impegnata nelle indagini sui trasporti – davanti la Commissione europea sulla violazione del Regolamento da parte di alcuni Stati membri, delle numerose petizioni presentate al Parlamento europeo e del pressing costante e fondamentale delle ONG, 223 membri del Parlamento avevano chiesto la formazione di questa Commissione. Tuttavia, malgrado il numero di Parlamentari favorevoli fosse superiore rispetto al numero minimo richiesto, la Conferenza dei Presidenti dei vari gruppi politici aveva deciso che fosse più appropriato fare un Report di implementazione del Regolamento rispetto ad una Commissione» spiega Manuela Giacomini, avvocato esperto di diritto animale e consulente proprio di Animal Equality in Italia. 

«Ricordo che tale notizia era stata accolta con moltissimo sconforto da diversi europarlamentari i quali hanno spesso dimostrato di avere un interesse reale per la tutela dei diritti degli animali. Ed è quindi grazie alla tenacia di questi Parlamentari e delle associazioni di protezione animale che si è giunti a questo risultato importantissimo che, credo, potrà fare veramente la differenza per gli animali» aggiunge l’Avv. Giacomini.

L’istituzione di una commissione di inchiesta è infatti una buona notizia per i milioni di animali che ogni anno vengono trasportati vivi in condizioni critiche, come hanno dimostrato più di 200 indagini dal 2007 ad oggi.

Anche la Commissione europea, che negli ultimi tre anni ha condotto diversi audit sul benessere degli animali durante il trasporto, ha rivelato importanti problemi di benessere degli animali e bassi livelli di conformità.

Le indagini di Animal Equality sui trasporti di animali vivi

Animal Equality ha condotto negli anni numerose investigazioni, in particolare in Italia e in Spagna. 

In Italia Animal Equality ha supportato AWF ed Enpa nelle denunce costanti sul trasporto di agnelli dall’Est Europa all’Italia in occasione delle festività pasquali e natalizie, rilasciando video inchieste sui maggiori media italiani ed europei e denunciando direttamente i trasgressori. 

Guarda come vengono trasportati gli agnelli nel nostro paese:

Ma i nostri investigatori non si sono fermati qui. In Spagna, abbiamo mostrato come vengono trasportati gli ovini destinati al consumo in Arabia Saudita, in occasione del Ramadan. 

Guarda l’inchiesta di Animal Equality sul trasporto di agnelli in Arabia Saudita: 

La notizia dell’istituzione di questa commissione d’inchiesta è davvero fondamentale per valutare i principali ostacoli che attualmente impediscono l’applicazione del Regolamento sui trasporti, nonché per esaminare le responsabilità della Commissione europea e dell’Unione europea e degli Stati membri nell’applicazione e nell’attuazione delle norme.

Animal Equality – grazie anche alla collaborazione con altre organizzazioni e al lavoro incessante dei propri avvocati e degli investigatori – continuerà a seguire da vicino il lavoro della Commissione e metterà sempre a disposizione le conoscenze e la professionalità degli investigatori per continuare a svelare che cosa accade davvero durante questi terribili trasporti.

Gli animali sono esseri senzienti e hanno diritto a tutele ben precise, ed è per questo che non ci fermeremo mai finché i loro diritti non saranno davvero rispettati!

Ma tutto questo non sarebbe possibile senza il lavoro incessante dei nostri investigatori. Se vuoi scoprire di più e sapere come aiutarli, clicca sul bottone qui sotto.