Un nuovo capitolo di Animal Equality Italia

La prima lettera scritta da Alice Trombetta in qualità di Direttrice di Animal Equality in Italia e l’annuncio della prima grande campagna istituzionale sotto la sua guida

Come annunciato ieri da Matteo, eccomi qui, per la prima volta in veste di Direttrice in Italia.

Si tratta di un momento di grande emozione, che inaugura un nuovo, entusiasmante capitolo per Animal Equality, in Italia e nel mondo. Inutile dire come la fiducia di cui sono stata investita con questo incarico mi riempia il cuore di felicità e di profondo orgoglio.

Se da un lato si tratta di un grande traguardo personale, ciò che più conta è quanto questo significhi per l’organizzazione: il passaggio di Matteo a un ruolo strategico chiave nel panorama internazionale e la mia conseguente direzione in Italia non sono altro che un limpido segno del successo strepitoso raggiunto da Animal Equality Italia sotto la nostra guida amorevole grazie alla competenza, alla dedizione e al lavoro incessante del team di cui ci siamo circondati, formato da persone di eccezionale talento e di altissima caratura morale.

In tutta onestà, non posso che provare un po’ di nostalgia per il capitolo che si è appena chiuso. Crescere significa imparare a lasciare andare il passato, e io non potrei essere più grata e felice di ciò che è stato portato avanti finora: 

Aver costruito un’organizzazione dalle sue fondamenta e vederla crescere in ciò che è oggi è un’esperienza irripetibile, una gioia preziosa che porterò sempre nel cuore. 

Ho conosciuto Matteo anni fa, quando a lavorare in Italia era lui da solo, accompagnato da un piccolo e affiatato gruppo di volontari. L’intesa è stata immediata: abbiamo capito fin da subito di condividere la stessa determinazione nel voler fare davvero la differenza per gli animali nel nostro paese, con tenacia e a costo di qualunque sacrificio. Non smetterò mai di essere riconoscente a Matteo per aver creduto in me fin dall’inizio: da allora siamo diventati compagni di avventura inseparabili nel buono e nel cattivo tempo, raggiungendo traguardi prima impensabili. 

Ad oggi, Animal Equality Italia è formata da un team di 14 professionisti, una rete di oltre 30.000 meravigliosi volontari e attivisti, centinaia di migliaia di supporter, e migliaia di donatori dal cuore grande, senza i quali nulla di questo potrebbe esistere. E non abbiamo certo intenzione di fermarci qui!

Ogni mattina, da ormai tanti anni, mi sveglio con un unico quesito: come far crescere questa organizzazione dal potenziale unico in una forza salda e inarrestabile in difesa degli ultimi fra i dimenticati, gli animali sfruttati a scopo alimentare. 

Il mio impegno verso i più indifesi vedrà la sua fine il giorno in cui la nostra società e i nostri governi non tollereranno più alcun atto di crudeltà e alcun tipo di sfruttamento verso gli animali con cui condividiamo questo Pianeta.

Quel giorno, ancora troppo lontano, è la stella polare che guiderà per sempre ogni mia azione, ora più che mai in qualità di Direttrice.

Negli anni a venire, continueremo a coltivare ciò che abbiamo seminato, portando le nostre inchieste e le nostre campagne a livelli sempre più professionali, senza mai smettere di espandere i nostri orizzonti. 

In questo mandato, è mia ferma intenzione affinare sempre di più le nostre azioni legali affinché chi maltratta gli animali sia puntualmente chiamato a rispondere in modo concreto delle proprie azioni di fronte alla legge.

Nondimeno, altissima priorità verrà data al lavoro di sensibilizzazione aziendale, allo sviluppo del nostro lavoro di pressione politica verso le istituzioni italiane ed europee, e alla cooperazione internazionale con le importanti realtà che compongono il nostro movimento, indispensabile per raggiungere gli obiettivi più ambiziosi.

Proprio in questa direzione va l’importante campagna di pressione politica a livello Europeo che stiamo portando avanti da qualche tempo dietro le quinte e che da pochissimo è stata lanciata.

Una campagna Europea per un futuro migliore per animali e pianeta

Il Green Deal europeo è un complesso documento che la Commissione Europea sta preparando per contrastare il cambiamento climatico tramite una serie di linee guida a cui gli Stati europei dovranno attenersi.

Insieme ad altre organizzazioni animaliste in Italia – Lega Nazionale del Cane,  Essere Animali e LAV –  stiamo lavorando affinché il tema della protezione animale abbia un ruolo preponderante all’interno di questo documento, in particolare sottolineando la connessione tra l’industria zootecnica e i rischi per la salute umana e l’ambiente.

I temi centrali delle lettere che abbiamo inviato sono due: un bando definitivo del commercio di animali esotici e l’abbandono di forme intensive di allevamento all’interno dell’Unione Europea, provvedimenti fondamentali per proteggere la biodiversità, il benessere degli animali e la salute delle persone,

Le decisioni prese dalla leadership odierna tracceranno il destino delle generazioni future e del nostro Pianeta, soprattutto in tema ambientale, animale e di salute pubblica.

Dopo questa prima fase di pressione alla Commissione europea, la nostra attenzione si volgerà al Parlamento: è a quel punto che ci sarà bisogno di tutte le persone che ci supportano per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

Si tratta di una campagna davvero ambiziosa, che potrebbe cambiare il futuro per miliardi di animali. Spero con tutto il cuore di poter contare sul tuo aiuto!

Alice Trombetta, Direttore Esecutivo di Animal Equality Italia