OGNI DONAZIONE VALE X2! AIUTACI ORA
News
Rimani aggiornato sulle ultime attività di Animal Equality

Neanche un euro per la transizione all’allevamento senza gabbie: la legge di bilancio va rivista!

Dicembre 12, 2022
Scrofa allevamento in gabbia

Lo chiediamo insieme a tutta la coalizione End the Cage Age, sono ancora oltre 40 milioni gli animali allevati in gabbia ogni anno in Italia

Entro la fine di dicembre dovrà essere approvata la Legge di Bilancio del 2023 – uno degli atti normativi fondamentali dello stato, che riporta le previsioni di entrata e di spesa per l’anno successivo. Allo stato attuale purtroppo la bozza di legge non include lo stanziamento di fondi per la transizione verso l’allevamento senza l’uso delle gabbie per gli animali.

Questo nonostante i cittadini italiani abbiano dimostrato a più riprese di voler vedere un cambiamento nel modo in cui vengono trattati gli animali:

Secondo un sondaggio di YouGov Plc (2020), l’84% dei cittadini italiani ritiene che l’uso delle gabbie sia crudele nei confronti degli animali e l’83% chiede che i fondi agricoli siano utilizzati per incentivare la transizione verso allevamenti senza gabbie. 

La coalizione italiana End the Cage Age

L’Italia, non prendendo in considerazione l’urgenza e l’importanza di questa richiesta, rischia di perdere un’occasione davvero importante per essere uno dei Paesi guida per la transizione cage-free in Europa.

Per questo oggi Animal Equality entra in azione insieme alle altre organizzazioni della coalizione italiana End the Cage Age per chiedere alla politica – in particolare al Presidente Giorgia Meloni e al Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida – di assegnare le risorse adeguate nella legge di bilancio per sostenere la transizione verso sistemi di allevamento senza gabbie dando così una risposta ai cittadini-consumatori e un futuro all’Italia.

La coalizione End the Cage Age è nata nel 2018 per promuovere un’iniziativa dei cittadini europei volta a raccogliere un milione di firme per portare all’attenzione della Commissione europea una richiesta essenziale: vedere la fine dell’era delle gabbie in Europa. L’iniziativa si è conclusa con un risultato storico raccogliendo oltre 1,4 milioni di firme convalidate. 

Come abbiamo ribadito anche in un recente evento organizzato per la coalizione a Roma, alla sede del Parlamento europeo: la transizione verso allevamenti senza gabbie per tutti gli animali è non soltanto fattibile, ma soprattutto doverosa e non più rinviabile. 

Guarda il nostro intervento per dire basta alle gabbie:

Il comparto zootecnico italiano è regolamentato da decreti vecchi e stagnanti, è ora di cambiare e la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 29 novembre scorso del decreto legislativo che disciplina il «Sistema di qualità nazionale per il benessere animale» offre una potenzialità per innovare il settore.

Se però non verranno previsti adeguati fondi nella legge di bilancio non sarà mai possibile iniziare la transizione negli allevamenti italiani verso un modello diverso dove gli animali inizino ad essere almeno liberati dalla crudeltà delle gabbie. 

Guarda come vivono gli animali allevati in gabbia in Italia

Il Governo italiano può e deve fare la differenza puntando a un cambio di passo a livello nazionale: lo chiedono i cittadini, lo chiedono le organizzazioni e lo chiedono gli animali. 

Fino a quando la crudeltà delle gabbie non avrà fine la coalizione End The Cage Age continuerà a lavorare senza sosta affinché questo sistema obsoleto venga finalmente abbandonato per tutti gli animali.

Anche tu puoi aiutarci a farlo unendo la tua voce all’appello che rivolgiamo al Governo italiano per chiedergli di fare la propria parte supportando l’Unione europea verso interventi concreti per mettere per sempre al bando questo sistema ingiusto.


Ultime notizie
Febbraio 1, 2023

Mentre l’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare e i cittadini chiedono cambiamenti, alcuni Stati membri non vogliono restrizioni sul trasporto di animali vivi e l’Italia, purtroppo, si è accodata a questi  Durante l’ultimo Consiglio Agricoltura e Pesca dell’Unione europea (AGRIFISH) il Ministro italiano Lollobrigida ha difeso una pratica che…
Gennaio 26, 2023

Il trasporto di animali vivi causa la sofferenza di milioni di individui ogni giorno, condannando a viaggi logoranti e a condizioni di stress estremo pecore, agnelli, vitelli, mucche, maiali e galline. La crudeltà di questa pratica obsoleta è stata denunciata da numerose inchieste condotte anche dal team investigativo di…
Gennaio 25, 2023

Nell’industria ittica scozzese, ogni anno oltre 30 milioni di salmoni muoiono ancora prima di arrivare al macello Ogni anno nel Regno Unito vengono allevati e macellati circa 77 milioni di pesci, ma sono molti di più quelli che non arrivano nemmeno alla macellazione e muoiono prematuramente a causa delle…