Il pesce vegan sbanca il mercato

Prodotti a base di “pesce vegano” continuano ad essere lanciati sul mercato e a ricevere riconoscimenti, mentre Forbes e la BBC definiscono il pesce a base vegetale come “Il grande prossimo trend nel settore della carne vegetale”

Articolo tradotto da Vegconomist 

Alcune settimane fa, sia Forbes che la BBC hanno pubblicato articoli che definiscono il pesce a base vegetale come la “nuova grande tendenza” nel settore della carne vegetale. Questa “tendenza”, che abbiamo previsto già in un articolo di metà 2018, questa settimana vede apparire tra le notizie anche il lancio dei prodotti Good Catch e un premio PETA assegnato a un marchio olandese di sushi vegano.

Good Catch Foods, che proprio la scorsa settimana ha rivelato di avere tra i suoi investitori alcune celebrità degli Stati Uniti, questa settimana ha annunciato il lancio di frittelle di granchio vegane e frittelle e hamburger di pesce vegani, a seguito dell’enorme successo dei suoi prodotti a base di tonno vegetale.

Come riportato a febbraio, un rapporto di GlobalData ha evidenziato il pesce a base vegetale come un’opportunità per nuovi lanci sul mercato. 

“A differenza degli hamburger di origine vegetale, il pesce e i frutti di mare sono stati piuttosto difficili da replicare e nuovi prodotti in questo settore sono nati a un ritmo più lento. Ma l’industria del pesce continua a crescere – il consumo pro capite di pesce è aumentato del 10% tra il 2015 e il 2019, con un risultato di 37.351,94 kg (in milioni di KG) *. ”

Yamina Tsalamlal, analista dei consumatori di GlobalData

Il pesce vegano non è una novità, ma è in effetti uno dei “trend” in questo momento in termini di investimenti e copertura a livello mediatico. Si spera che i consumatori, i produttori e gli investitori continuino a rendersi conto del fatto che mangiare pesce dei nostri oceani non è solo altamente dannoso sia per la salute umana che per il nostro pianeta, ma anche del tutto superfluo.

Scopri perché mangiare pesce non solo causa incredibili sofferenze a miliardi di animali ogni anno, ma è anche un pericolo per tutti gli ecosistemi marini nel nostro articolo dedicato.