Salviamo i conigli del parco ‘Franco Agosto’ di Forlì

Dai primi giorni di agosto, tra i conigli del parco 'Franco Agosto' di Forlì, si è rapidamente diffusa la mixomatosi, una patologia che contagia in modo specifico gli individui appartenenti a questa specie. I segni della malattia sono evidenti: edemi, gonfiore alle orecchie, alle narici e agli occhi, lacrimazione; gli animali sono disorientati, non riescono più a mangiare e muoiono nell'arco di 4 – 12 giorni.

Foto: EssereAnimaliGli organi competenti hanno già iniziato a catturare gli animali, vaccinando quelli sani per evitare che contraggano la malattia e sopprimendo tutti gli individui malati, per i quali, dicono i veterinari, "non ci sono altre soluzioni". Questa strage, che non è finita poiché la popolazione del parco consta di circa un migliaio di conigli, poteva essere facilmente evitata se le autorità locali avessero somministrato le cure preventive ai piccoli abitanti del parco. Sarebbero bastate delle vaccinazioni, per giunta economiche, per salvare la vita a centinaia di individui.

Il gruppo EssereAnimali ha lanciato un appello: "E’ importante ora mobilitarsi e far sentire che l’opinione pubblica è partecipe e vuole che tutto si risolva per il meglio, scriviamo una mail (da firmare) di sollecitazione al sindaco, all’amministrazione comunale e all’Ausl veterinaria."
Il form da compilare è disponibile sul sito dell'organizzazione, qui invece alcune foto dei conigli malati.

Invitiamo chiunque a partecipare a questa protesta mail, affinché episodi come questo non abbiano più modo di verificarsi.