6 importanti azioni di Animal Equality per fermare il commercio di carne di cane e gatto

1. Nuove investigazioni

Animal Equality ha effettuato due ampie indagini sull'industria cinese della carne di cane e gatto.

Grazie al lavoro dei nostri investigatori sotto copertura milioni di persone hanno potuto conoscere gli abusi sofferti da questi individui in Cina.

“Ho ancora negli occhi la visione di questi animali che si dimenavano agonizzanti anche se già accoltellati e appesi ai ganci. Non dimenticherò mai l'orrore e la sofferenza nei loro occhi. Purtroppo però non c'era nulla che potessi fare per aiutarli. Tutto quello che potevo fare era registrare gli eventi in modo che il maggior numero possibile di persone potesse venire a conoscenza del loro destino e protestare contro questi abusi.“Investigatore sotto copertura di Animal Equality.

Nei prossimi mesi Animal Equality pubblicherà nuove importanti indagini su questo crudele commercio. Sostieni il nostro lavoro! 

2. Diffusione presso importanti media internazionali e nazionali

La nostra campagna contro l'industria di carne di cane e gatto ha raggiunto importanti media internazionali come la CNNSky News o El Mundo e nazionali come il TG1! 

 3. Collaborazione con i gruppi di attivisti in Cina

Nel 2013 grazie alla collaborazione di Animal Equality con il Centro di Volontariato di Guanzhou siamo riusciti a far chiudere 33 mercati di cani e gatti e un macello di cani.

Gli animalisti cinesi del Centro di Volontariato di Guanzhou hanno utilizzato il filmato girato dagli investigatori di Animal Equality – che ha evidenziato in alcuni casi illegalità e grande crudeltà – per segnalare il commercio illegale alle autorità. Le autorità di Nanhai hanno quindi deciso di intervenire chiudendo 33 mercati e il macello illegale di cani situato vicino ai mercati.  

4. Raccontare le loro storie

Vita è una cagnetta salvata da Animal Equality in un  macello di cani.

“Abbiamo incontrato Vita in un mattatoio di Zhanjiang – uno delle migliaia di macelli di cani in tutta la Cina. Appena siamo arrivati, siamo stati colpiti dal suo corpo tremante e lo sguardo implorante in cerca di aiuto. Mentre il macellaio uccideva gli altri cani, i suoi occhi ci pregavano di portarla fuori di lì. Abbiamo quindi guadagnato la fiducia dei lavoratori e con uno stratagemma siamo riusciti a portare Vita con noi “.  Dice l'investigatore che ha salvato Vita, ambasciatrice oggi, con i suoi 8 cuccioli, di tutti gli altri individui che ancora devono affrontare un terribile destino.

La sua storia è incredibilmente potente ed è già stata condivisa da migliaia di persone. Aiutaci a condividerla anche tu!

5. Raccolta di migliaia di firme

Animal Equality è riuscita a raccogliere oltre 400.000 firme contro il commercio di carne di cane e gatto. Nei prossimi mesi porteremo queste firme alle ambasciate cinesi di diversi Paesi. Firma anche tu e continua a seguirci!

6. Diffusione in lingua cinese
Una gran parte della popolazione cinese è contraria al commercio di carne di cane e gatto. Sappiamo che queste persone rappresentano una parte importante della soluzione ed è per questo che la nostra pagina principale contro questa crudele industria è anche in lingua cinese.

Continueremo ad impegnarci per dare voce a queste vittime silenziose. Vuoi aiutarci anche tu? Scopri come cliccando il link sottostante!