Centinaia di attivisti in tutta Italia uniti contro Eurospin

Centinaia di attivisti volontari in tutta Italia hanno aderito all'iniziativa "Settimana di Volantinaggio contro Eurospin" promossa da Animal Equality nel contesto della propria campagna rivolta al colosso del discount agendo in maniera  indipendente o in gruppi organizzati per distribuire migliaia di volantini davanti a punti vendita Eurospin al fine di informare i consumatori sul rifiuto dell’azienda a cessare la vendita di uova di galline allevate in gabbia.

 

 

L'azione di massa, che ha avuto luogo dal 20 di novembre fino ad oggi, ha coinvolto più di 60 città italiane e decine di punti vendita. I volontari, organizzati e muniti di permesso regolare, hanno parlato con i clienti di Eurospin spiegando loro che, a differenza di moltissime altre aziende del settore come Auchan, Esselunga, Coop, Carrefour, Pam Panorame e il discount iN’s Mercato, l’azienda non mostra alcun interesse a prendere un impegno a cessare la vendita di uova provenienti da galline allevate in gabbia.

Dallo scorso 23 di marzo, infatti, 46.000 firme sono state raccolte sulla petizione (ed aumentano di giorno in giorno a centinaia) diretta all’amministratore delegato Romano Mion, e migliaia sono state le azioni di protesta compiute dai consumatori italiani delusi dalla mancanza di etica dell’azienda.

La settimana di volantinaggio è l'ultima delle numerosissime azioni di grande impatto organizzate da Animal Equality al fine di chiedere ad Eurospin di impegnarsi una volta per tutte a cessare la vendita di uova di galline allevate in gabbia. Ma la lotta non finisce qui. Animal Equality non demorderà fino alla pubblicazione di un impegno e sta già organizzando una seconda Settimana Contro Eurospin, una setttimana ricchissima di azioni volte a informare i consumatori affinché l’azienda adotti politiche più etiche sul trattamento degli animali.